Concorsi

ContestEretiche

Eretica Edizioni organizza periodicamente due diversi tipi di Contest Letterari, un Contest a tema e un Contest a genere, entrambi rigorosamente gratuiti.

I Contest a tema non seguiranno un discorso logico e omogeneo poiché l’argomento principale sarà deciso di volta in volta e non sarà mai ricollegabile al precedente o al successivo. Non esiste dunque limite alla fantasia e allo stile narrativo dei singoli partecipanti.

Al contrario, i Contest a genere, proporranno come filo conduttore proprio i generi e le diverse forme della letteratura e della poesia: fiaba, erotismo, fantasy, sonetto, romantico, noir, fantascienza, thriller, filastrocca, giallo e gotico sono solo alcune delle parole chiave che andranno a presentare ogni nuovo Contest.

I Contest sono gratuiti.

Non c’è limite di lunghezza.

I racconti reputati migliori per tecnica, sintassi e stile narrativo, verranno riuniti in un libro che porterà il titolo del Contest .

Ci si auspica che i due diversi Contest Letterari di Eretica vadano ad arricchire tecnicamente e intellettualmente i partecipanti permettendo a tutti gli scrittori di cimentarsi per la prima volta anche con temi o generi che mai avrebbero pensato di fare loro nell’intimità di una luce soffusa della propria stanza o nel romanticismo di un Moleskine tirato fuori nel vagone di un treno.

I Contest termineranno solo quando il Comitato Lettura avrà selezionato i racconti più convincenti.

Dunque, che in questo momento decidiate di tirare fuori il vostro estro artistico o disponiate al vostro genio di percorrere un sentiero già stabilito, ricordate di farlo ConTestEretiche.

Contest A Tema n. 1 – “Catartica” | TERMINATO | scopri di più

Contest A Genere n. 1 – “Eros” | IN CORSOpartecipa

Contest A Tema n. 2 – “Rock” | IN CORSOpartecipa

Contest A Genere n. 2 – “Giallo D’Estate” | IN CORSOpartecipa

24 pensieri su “Concorsi

  1. Ottimo creare questo tipo di Eventi. . Sviluppare e scambiare conoscenze fa’ bene a tutti. . . . .

    1. Grazie di cuore Giovanni.

    2. O ragazzi, avete veramente scritto “ci si auspica”, ma vi rendete conto?

      1. Certo, ci rendiamo conto. E ci piace tantissimo. Siamo eretici anche per questo.

        Comunque, da Treccani:

        A) “Ci si attende gravi disagi” (considerando come impersonale l’espressione verbale con il “ci si”, e quindi equivalente ad un “attendiamo” e attribuendo valore di complemento oggetto a “disagi”).
        B) “Ci si attendono gravi disagi” (in cui il “ci” avrebbe un valore equivalente al latino dativo di vantaggio, oppure di dativo di agente, con conseguente attribuzione al “si” di un valore passivante; di conseguenza la concordanza del verbo andrebbe al plurale).

        Dei due costrutti uno è erroneo e con quale giustificazione? O sono ammessi entrambi e con quale giustificazione?

        Nel primo esempio, siamo in presenza del costrutto impersonale (il cosiddetto si impersonale), imperniato sul verbo attendersi. La frase è corretta ed effettivamente focalizza l’idea dell’attesa su un nucleo ideale di presenti o di persone interessate ai fatti (un “noi” collettivo).

        Nel secondo esempio, tutto va bene se eliminiamo quell’incongruo “ci” iniziale: si attendono gravi disagi, ed ecco che siamo in presenza di un si passivante (‘gravi disagi sono attesi’: da chi? Da tutti, da qualcuno in particolare? La costruzione, spostando il fuoco sul soggetto grammaticale, i gravi disagi, esprime qualcosa di più indefinito rispetto a quella col si impersonale, per quanto riguarda l’agente). *Ci si attendono gravi disagi è semplicemente agrammaticale.

  2. Potete mandarmi una mail kon tt le info del contest? grazie!!!!

    1. Con piacere. Trovi tutte le informazioni qui e qui. Un abbraccio e buona giornata.

  3. Salve, complimenti per l’iniziativa senza dubbio lodevole!
    Avrei un paio di domande da farvi se posso:

    1) La data di scadenza del concorso;
    2) mi sembra di aver capito che sono previsti altri concorsi (con altri temi/generi). Sapete già dire quando?

    Grazie mille intanto e in bocca al lupo!

    1. Ciao Nicola,
      non c’è data di scadenza: i concorsi sono “aperti” fino a quando la selezione dei racconti reputati migliori dal comitato elettorale sarà terminata. Ci saranno altri contest molto a breve e saranno pubblicizzati qui e su FB, alla pagina https://www.facebook.com/ereticaedizioni

      Un abbraccio e buona serata.

  4. Ciao, volevo chiedervi se si possono inviare più racconti o soltanto uno….grazie per la vostra attività

    1. Anche più di uno. A presto.

  5. Giordano buongiorno, accattivante l’idea ma provo a sottoporti una mia perplessità… 70 cartelle x 1800 caratteri alias 50 pagine, circa, 13X21 e con questi termini avete indicato un limite minimo di lunghezza del racconto. Come pensate di impaginare in un unico libro 25 racconti? Se anche fossero di cinquanta facciate, e quindi 25 pagine l’uno, x 25 sarebbero 625 pagine minimo. Avete forse in progetto di pubblicare una collana anzichè un unico volume? Intanto inizio a mandarti il mio, grazie dell’attenzione e buona giornata, Mario

    1. Hai ragione Mario, non capisco perchè quel giorno ho parlato di 25 racconti. Ho appena corretto. In realtà non c’è un numero esatto dei racconti che poi confluiranno nel libri. Un abbraccio.

  6. Perdonami ma non ho capito, sono un pò lento. Insisto su questo punto perchè ho un racconto di 270 cartelle ognuna di 1800 caratteri!! E non vorrei inviare qualcosa che sia al di fuori del vostro target. Parliamo di libri, quindi se intendo bene, all’interno di una vostra collana?

    1. Mario, se rileggi con calma il post è tutto abbastanza chiaro:

      Non c’è limite di lunghezza.

      I racconti reputati migliori per tecnica, sintassi e stile narrativo, verranno riuniti in un libro che porterà il titolo del Contest e che potrà essere acquistato direttamente sul sito di Eretica Edizioni.

      (…)

      I Contest termineranno solo quando il Comitato Lettura avrà selezionato i racconti più convincenti.

  7. Caro superadmin,
    Chiaro il non limite di lunghezza, resto in dubbio sulla possibilità di impaginare, in un unico volume, troppe pagine. Provvedo ad inviare il mio lavoro e ci risentiamo più in là, grato, Mario.

    1. Mario, ma questo è un problema che, se mai ci fosse, riguarderebbe l’Editore e non l’autore. Invia pure. Un abbraccio. Giordano

  8. Scusate, ma il contest andrà avanti all’infinito? cioè., voglio dire: non è che potreste almeno aggiornarci? Magari alcuni di noi vorrebbero pubblicare il racconto anche con altri e a voi neppure piace. Magari potreste almeno dire a ciascuno se il racconto è positivo o no, perché proprio in questo momento anche un altro editore sta uscendo con la medesima proposta, e la scadenza è marzo: ad aprile già uscirà l’antologia.
    Giusto per correttezza

    1. Ciao, hai tutte le tue ragioni e capisco perfettamente le tue esigenze. D’altro canto, anche noi abbiamo i nostri tempi “tecnici”: fino a quando non selezioneremo i racconti che confluiranno successivamente nell’opera il Contest rimarrà aperto. Per questo motivo non abbiamo messo una data di scadenza. In ogni caso i racconti inviati alla nostra redazione possono essere inviati anche altrove e, di conseguenza, pubblicati con altre case editrici perchè in questo caso non c’è la richiesta che essi siano necessariamente inediti. Un abbraccio.

  9. Ciao a tutti,
    nel contest “Giallo d’estate” sono ammessi anche racconti “noir”?

    1. Si, sarebbero comunque in linea con la nostra idea di Contest.

  10. Qual’è l’indirizzo a cui inviare il racconto? Nella pagina non è specificato.

    Grazie mille, Giorgio

    1. Ciao Giorgio, lo trovi in fondo a questa pagina http://www.ereticaedizioni.it/?page_id=23

  11. Salve, organizzerete un concorso per chi ama i libri e vorrebbe realizzarne le copertine? Sono una grafica amante dei libri ed è il mio sogno

    1. Buongiorno Valeria, potrebbe essere un’ottima idea. Chissà… :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>