In offerta!
giusy

Giusy De Berardinis – Parlami

5.00 su 5 in base a 8 valutazioni del cliente
(8 recensioni dei clienti)

€13.00 €9.90

Quel giorno Agatina andava a passo deciso tra i campi a raccogliere un po’ di verdura selvatica. Tutta la sua bellezza acerba nascosta in una lunga gonna di tela pesante marrone e un maglione largo lavorato a mano da una vecchia della contrada. I piedi larghi, insolitamente robusti per una ragazza, protetti in grandi scarpe consunte con i lacci. Come di chi dovrà fare tanta strada.

Una linea familiare femminile fortemente segnata da una terra aspra nei tratti e nella cultura. Un tempo antico, denso e sovraccarico, ancora nelle vene dell’oggi. La lotta spietata per l’affermazione della propria unicità oltre ogni condizionamento.

Giusy De Berardinis è pianista, clavicembalista, fortepianista e ricercatrice. Ha pubblicato l’edizione critica di Sei Sonate per Cembalo di Ferdinando Turrini (LIM, 2009); due album (Fabula Classica, 2005; Tactus, 2012) e un articolo sulla rivista Studi musicali (2011). Parlami è il suo romanzo d’esordio.

8 disponibili (ordinabile)

COD: 0129. Categoria: .

Descrizione prodotto

giusy

8 recensioni per Giusy De Berardinis – Parlami

  1. 5 di 5

    :

    Una storia drammatica quanto attuale, dalle pagine fuoriescono i profumi e si intuiscono i colori… del bene e del male. Una storia che suscita l’agitazione dei sentimenti profondi, inducendo il lettore a compiere il ‘suo’ viaggio introspettivo. Domande… che troveranno risposte solo alla fine del libro. È da leggere tutto d’un fiato, per assaporare il retrogusto dolce e amaro, sapientemente raccontato da Giusy de Berardinis, alla quale dico Grazie!

  2. 5 di 5

    :

    Il destino che collega più generazioni, il senso del riscatto, la Rinascita. Sullo sfondo, colori, profumi, odori, il gusto, le tradizioni di una terra. Un romanzo che è anche una carezza…

  3. 5 di 5

    :

    Una piccola ma incisiva opera d’arte.
    Un gioiellino….introspettivo….
    Lettura appassionante che sottolinea i lati “oscuri” della vita: ti trascina dentro il testo, da divorare!
    Lettura scorrevole, avvolgente, coinvolgente, toccante.
    Una storia intensa, triste, straziante.
    Scrittura dal gusto raffinato; dolce e delicato; elegante e forbito.
    Descrizione delle scene minuziosa! Ricca di sapori di un tempo perduto!
    Assoluta ammirazione sincera.

  4. 5 di 5

    :

    Grazie Giusy del dono meraviglioso di questo libro, una lettura scorrevole e toccante. Uno spaccato eloquente ed emozionante sui grandi condizionamenti e limiti umani che danno così tanto dolore, a volte, fino ad accusarne fisicamente tutta la violenza. Ho provato commozione.
    GRAZIE.

  5. 5 di 5

    :

    Grazie Giusydel dono meraviglioso di questo libro,una lettura scorrevole e toccante.
    Uno spaccato eloquente ed emozionante sui grandi condizionamenti e limiti umani che danno così tanto dolore, a volte, fino ad accusarne fisicamente tutta la violenza.
    Ho provato commozione.

  6. 5 di 5

    :

    L’empatia del lettore con le protagoniste del libro è un crescendo nel susseguirsi delle pagine la cui lettura scivola, via via materializzando immagini vivide, sensazioni ed emozioni intense. Animi forgiati dagli eventi, nei quali la dicotomia tra amore e dolore conduce a scelte drastiche. E’ descrizione dell’essenza femminile che, nelle tempeste della vita, si plasma, si adegua, muta e si ritrova, conservando una forza e una dignità che rimane immutata. Un vero piacere conoscere meglio Giusy attraverso la sua scrittura…

  7. 5 di 5

    :

    Una storia forte, densa, coraggiosa. Una introspettiva sul bene e male, sulla nostra cultura atavica, sulla sua accettazione (con-tenere) e superamento. Brava Giusy

  8. 5 di 5

    :

    Racconto avvincente: va diritto al cuore come una spada. La prima volta l’ho letto tutto d’un fiato, non potevo interrompere il flusso di emozioni e sentimenti che scaturiva dal susseguirsi dei fatti: Ma subito riletto per assaporare la narrazione, l’analisi dei personaggi, la prosa asciutta e impavida che mi ha condotto in un dramma così antico e insieme attuale. Davvero ho apprezzato molto il taglio cinematografico, quasi inquadrature da film, della esposizione, dapprima la scena, il luogo fisico e via via l’obiettivo narrativo si stringe sulla protagonista e i compartecipi, fino all’ interno del suo essere, nelle sue fibre più intime. Da causa a effetto, si susseguono le sequenze senza pausa, senza vie d’uscita e il lettore viene coinvolto in un dolore che ha la compostezza e la determinazione di un eroe da tragedia greca: Non si sfugge alla trepidazione per un essere umano condotto da una società forte e spietata a combattere imbelle. Ma panta rei, tutto si compone in una salvezza fisica che è riscatto sanguinoso ma non resurrezione. Ed è con gli occhi e col cuore provato della protagonista. figlia e nipote, che arriviamo alla incresciosa realtà del terremoto dei nostri giorni, non solo nelle case ma pure nelle memorie.
    Ma nuovi giorni nuove sofferenze: ancora un abbandono… e finalmente la riappacificazione nella magica metropoli multirazziale, dove ritrovare la serenità nella scoperta della soavità dei destini comuni, delle vite parallele. Grazie all’autrice, perchè è solo la consapevolezza che ci fa ritrovare noi stessi più forti e l’arte nè è un catalizzatore meraviglioso. Restiamo in attesa di una nuova alchimia.

Aggiungi una recensione