In offerta!
9788899466985

Valerio Parmigiani – Il verme del rafano è più felice di me

4.00 su 5 in base a 1 valutazione del cliente
(1 recensione del cliente)

€13.00 €9.90

“Per un verme nel rafano, il mondo è il rafano”. Questo detto yiddish fa da sfondo ad un’atipica vicenda di amore e spionaggio che, sul filo dell'ironia e del grottesco, ci spinge provocatoriamente a riflettere sulla necessità di ripensare la politica, la religione e altri temi-chiave nell’epoca complessa della società post-tutto in cui ci è toccato di vivere. Sconsigliato a chi non sia disposto a correre il rischio di veder vacillare qualcuna delle consolidate certezze che spesso esitiamo a mettere in discussione.

Valerio Parmigiani (Milano, 1967) ha esordito nel 2015 con Bestiario Diplomatico (“Effepi Libri”), un sarcastico mémoir dedicato al decennio trascorso in carriera. Adora i gatti e il silenzio, ragione che lo ha indotto ad eleggere le colline fiorentine quale cornice ideale per ospitare la sua attuale incarnazione. Nella vita ha una sola certezza: quella che forse morirà. https://cassandrascrivens.wordpress.com/

Esaurito

COD: 0099. Categoria: .

Descrizione prodotto

9788899466985

1 recensione per Valerio Parmigiani – Il verme del rafano è più felice di me

  1. 4 di 5

    (acquirente verificato):

    Confesso che un po’ di fatica l’ho fatta, per le sovrapposizioni narrative che imporrebbero una lettura continua e regolare. Ma il libro è divertente, e più di tutti credo si sia divertito l’autore, che ha voluto approfittare di una sgangherata spy story e una surreale storia d’amore per sfogare la sua voglia di dirci la sua su cinema, politica, società, religione, comunicazione …..
    Questo romanzo su un romanzo non è per tutti però: è zeppo di riferimenti colti e citazioni varie usate per spiegare concetti. Essendo una piccola produzione presso una piccola casa editrice, immagino che l’autore non sia stato mosso dalla smania del guadagno (infatti devolve a Emergency) ma dal piacere di condividere il suo mondo, usando la grottesca storia di Parisi-Cruciani come mezzo più che come fine.

Aggiungi una recensione