Concorsi

ContestEretiche

Eretica Edizioni organizza periodicamente due diversi tipi di Contest Letterari, un Contest a tema e un Contest a genere, entrambi rigorosamente gratuiti.

I Contest a tema non seguiranno un discorso logico e omogeneo poiché l’argomento principale sarà deciso di volta in volta e non sarà mai ricollegabile al precedente o al successivo. Non esiste dunque limite alla fantasia e allo stile narrativo dei singoli partecipanti.

Al contrario, i Contest a genere, proporranno come filo conduttore proprio i generi e le diverse forme della letteratura e della poesia: fiaba, erotismo, fantasy, sonetto, romantico, noir, fantascienza, thriller, filastrocca, giallo e gotico sono solo alcune delle parole chiave che andranno a presentare ogni nuovo Contest.

I Contest sono gratuiti.

Non c’è limite di lunghezza.

I racconti reputati migliori per tecnica, sintassi e stile narrativo, verranno riuniti in un libro che porterà il titolo del Contest .

Ci si auspica che i due diversi Contest Letterari di Eretica vadano ad arricchire tecnicamente e intellettualmente i partecipanti permettendo a tutti gli scrittori di cimentarsi per la prima volta anche con temi o generi che mai avrebbero pensato di fare loro nell’intimità di una luce soffusa della propria stanza o nel romanticismo di un Moleskine tirato fuori nel vagone di un treno.

I Contest termineranno solo quando il Comitato Lettura avrà selezionato i racconti più convincenti.

Dunque, che in questo momento decidiate di tirare fuori il vostro estro artistico o disponiate al vostro genio di percorrere un sentiero già stabilito, ricordate di farlo ConTestEretiche.

Contest A Tema n. 1 – “Catartica” | TERMINATO | scopri di più

Contest A Genere n. 1 – “Eros” | IN CORSOpartecipa

Contest A Tema n. 2 – “Rock” | IN CORSOpartecipa

Contest A Genere n. 2 – “Giallo D’Estate” | IN CORSOpartecipa

10 pensieri su “Concorsi

  1. O ragazzi, avete veramente scritto “ci si auspica”, ma vi rendete conto?

    1. Certo, ci rendiamo conto. E ci piace tantissimo. Siamo eretici anche per questo.

      Comunque, da Treccani:

      A) “Ci si attende gravi disagi” (considerando come impersonale l’espressione verbale con il “ci si”, e quindi equivalente ad un “attendiamo” e attribuendo valore di complemento oggetto a “disagi”).
      B) “Ci si attendono gravi disagi” (in cui il “ci” avrebbe un valore equivalente al latino dativo di vantaggio, oppure di dativo di agente, con conseguente attribuzione al “si” di un valore passivante; di conseguenza la concordanza del verbo andrebbe al plurale).

      Dei due costrutti uno è erroneo e con quale giustificazione? O sono ammessi entrambi e con quale giustificazione?

      Nel primo esempio, siamo in presenza del costrutto impersonale (il cosiddetto si impersonale), imperniato sul verbo attendersi. La frase è corretta ed effettivamente focalizza l’idea dell’attesa su un nucleo ideale di presenti o di persone interessate ai fatti (un “noi” collettivo).

      Nel secondo esempio, tutto va bene se eliminiamo quell’incongruo “ci” iniziale: si attendono gravi disagi, ed ecco che siamo in presenza di un si passivante (‘gravi disagi sono attesi’: da chi? Da tutti, da qualcuno in particolare? La costruzione, spostando il fuoco sul soggetto grammaticale, i gravi disagi, esprime qualcosa di più indefinito rispetto a quella col si impersonale, per quanto riguarda l’agente). *Ci si attendono gravi disagi è semplicemente agrammaticale.

  2. Ciao a tutti,
    nel contest “Giallo d’estate” sono ammessi anche racconti “noir”?

    1. Si, sarebbero comunque in linea con la nostra idea di Contest.

  3. Qual’è l’indirizzo a cui inviare il racconto? Nella pagina non è specificato.

    Grazie mille, Giorgio

    1. Ciao Giorgio, lo trovi in fondo a questa pagina http://www.ereticaedizioni.it/?page_id=23

  4. Salve, organizzerete un concorso per chi ama i libri e vorrebbe realizzarne le copertine? Sono una grafica amante dei libri ed è il mio sogno

    1. Buongiorno Valeria, potrebbe essere un’ottima idea. Chissà… :)

  5. Salve, complimenti per l’idea di questi concorsi periodici! Bello sia per gli autori esordienti, che possono cimentarsi anche in generi doversi dal proprio, e anche per i lettori :D
    Mi chiedevo se bisogna allegare altro al racconto (non so biografia, presentazione autore o breve descrizione del racconto). Grazie in anticipo per la delucidazione!

    1. Va bene solo il racconto :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>