In offerta!

Alessandro Ardigò – Prosimetro moderno

(8 recensioni dei clienti)

13.00 12.40

Una pianura post-industriale, la megalopoli diffusa, un quadernetto in caratteri neogreci e K. che cerca un varco. Un mondo appiattito su una realtà reticolare e complessa e uno alla ricerca del simbolo e del suo significato. Una Natura che, nonostante tutto, torna più forte e misteriosa. Prosimetro moderno è il viaggio di K. all’interno di se stesso, per scoprire che conoscersi è a un tempo fondamentale e superfluo. È un crocevia di forme in equilibrio mutevole sempre destinate a trasformarsi in qualcos’altro. È la prosa-poesia, il regno di una incerta antitesi, di una incerta identità.

 

ATTENZIONE: Puoi ordinare tutte le copie che desideri,
anche se quelle disponibili qui sotto risultano poche
o disponibili su ordinazione. 

Disponibile su ordinazione

COD: ED237 Categoria: Tag:

Descrizione

Alessandro Ardigò (1982) è docente di Lingua e Letteratura italiana e dal 2017 è responsabile della rivista di humanities RadiciDigitali.eu. I suoi interessi di studio e di ricerca si concentrano in particolare sul medioevo e sulla contemporaneità letteraria.

8 recensioni per Alessandro Ardigò – Prosimetro moderno

  1. Avatar

    Katia Iania (proprietario verificato)

    E oggi è finalmente arrivato questo breve racconto scritto da un caro collega. Scritto con passione, ricco di reminiscenze letterarie, da “bigia” che ricorda l’asino bigio di Rosso Malpelo, al ritrovamento di un manoscritto di manzoniana memoria, all'”imbruna” leopardiano per giungere al Pasto nudo di Borroughs. Una scrittura asciutta nella sua ricercatezza. Il protagonista K. ti prende per mano e ti accompagna in uno strano viaggio fra il surreale e la triste attualità del suono delle sirene.

  2. Avatar

    Camilla (proprietario verificato)

    K. è ognuno di noi. È una persona che si guarda intorno e pensa. Riflette su qualsiasi cosa gli capiti ti durante la giornata, si sofferma su piccoli particolari. Sui pesci rossi, sui fili d’erba, sui mandarini arancioni e sulla letteratura.

    Ad ogni descrizione sembra davvero di vedere l’orizzonte piatto della pianura padana, la piscina al tramonto, il fiume che scorre in piena di fianco a noi, il parcheggio vuoto.
    Sembra di sentire le ambulanze a Bergamo durante la quarantena, anche.

    K. ha messo nero su bianco un po’ del mondo intorno a lui mischiandolo nel ciclo delle stagioni, come se la sua esperienza personale, a questo punto, fosse pronta per diventare un po’ più universale

  3. Avatar

    Angelica

    Un mondo onirico e acquatico, intimo e nostalgico, un viaggio introspettivo, atemporale, adimensionale. Non semplice da leggere ma intenso da sentire.

  4. Avatar

    Gaia Epicoco

    “Se potessi srotolarmi, vorrei sapere dove i pezzi di me arriverebbero” così recita una delle poesie che inframmezzano la narrazione e credo ben rappresenti quello che ho provato leggendo Prosimetro moderno, la sensazione cioè di un movimento lento e calmo che accompagna il lettore per tutta l’opera. Come un gomitolo che lentamente si scioglie e si distende, così il protagonista si muove nel mondo che lo circonda, osserva e riflette su ciò che vede, eventi di poco conto, che si trasfigurano divenendo un momento di riflessione e introspezione cui noi prendiamo parte. K., il protagonista, riflette ma non trova risposte e forse questo è il punto di forza dell’opera che abbiamo davanti, quello di lasciare che sia il lettore a scegliere come proseguire il suo viaggio.

  5. Avatar

    Valentino (proprietario verificato)

    Leggere i versi ”Un papavero solo in un mare di spighe…’ e sentire che la poesia meriterebbe di essere annoverata tra le composizioni di rilievo della letteratura contemporanea. È questo ‘Prosimetro Moderno’ di Alessandro Ardigò, un libro in cui componimenti poetici ricchi di simboli della modernità e di sentimenti universali sono intervallati dalle avventure personali del misterioso K, in cui gli echi della tradizione letteraria si sposano con le ambientazioi contemporanee, in cui azione e riflessione sono i due volti di una stessa medaglia, in cui ogni lettore può ritrovarsi e scoprire il proprio cammino ed il proprio posto in questa nuova realtà

  6. Avatar

    Marta B.

    K cerca, K domanda, K pensa… K sono uomini e donne in perpetua ricerca e che aspettano, come K, uno squarcio nel cielo coperto dalle nuvole per sentirsi vivere. Situazioni apparentemente comuni che permettono all’io inquieto di K di interrogarsi. Gli opposti che si confrontano, ma non si annullano e si aprono in nuovi interrogativi. Non manca l’elemento che rende umano K: la speranza…”torneranno i prati”. Grazie all’autore per questo testo ricco di spunti, dal ritmo insolito che concede attimi di riflessione intimi e profondi…

  7. Avatar

    Valentino Valitutti

    Leggere i versi ”Un papavero solo in un mare di spighe…’ e sentire che la poesia meriterebbe di essere annoverata tra le composizioni di rilievo della letteratura contemporanea. È questo ‘Prosimetro Moderno’ di Alessandro Ardigò, un libro in cui componimenti poetici ricchi di simboli della modernità e di sentimenti universali sono intervallati dalle avventure personali del misterioso K, in cui gli echi della tradizione letteraria si sposano con le ambientazioi contemporanee, in cui azione e riflessione sono i due volti di una stessa medaglia, in cui ogni lettore può ritrovarsi e scoprire il proprio cammino ed il proprio posto in questa nuova realtà

  8. Avatar

    Rossella T. (proprietario verificato)

    Il prosimetro moderno
    È un’antitesi di sé.
    La ricerca del movimento, la ricerca della staticità.
    Entrambi annichiliscono, entrambi tranquillizzano.
    Per dirlo con due parole che scrissi in adolescenza, una cupa serenata. Ma pur sempre una serenata. A chi, a cosa? A tutto ciò che scorre e insieme sta fermo. Il fascino è proprio quello. E noi lo subiamo, eccome.

    Lo voglio rileggere!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *