In offerta!

Emilio Nigro – Spezza il pane

13.00 11.00

Un uomo allo scoperto. Il riflesso di sé negli altri. Il riconoscersi degli altri nelle manifestazioni del sé. Parole quotidiane nell’atto di condivisione consapevole e involuto del destinarsi per nutrimenti umani e terrestri. Poesie d’amore e di morte dal verso sciolto o zigrinato. Ritmi, suoni, metropolitani o d’evocazione. Il singhiozzo della sincope, il canto dei chiasmi, l’ostinazione dell’anafora, l’ubriachezza della metafora. Parlare spezzato, frammentario, dionisiaco. Per memoria collettiva. Segni.

25 disponibili (ordinabile)

COD: ED138 Categoria:

Descrizione

Emilio Nigro (Cosenza, 1981) è poeta e critico di teatro. Scrive per Hystrio, Persinsala.it, il Meridione. Premio Nico Garrone “ai critici più sensibili al teatro che muta” (Siena, 2011), ha scritto e messo in scena Teatranti (2010), Rifarsi (2012), Avemmaria (2015), Abbascio (2018). Tra le pubblicazioni la raccolta di racconti e drammi Provincia Cronica (2016), le poesie di Alterazioni di colore (2009), i racconti brevi Faceboom (2007) e Quel bar non esiste (2009) in antologie. La poesia, il primo vagito.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Emilio Nigro – Spezza il pane”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *