In offerta!

Fabrizio Cavallaro – Sala d’aspetto

13.00 9.90

In questa ulteriore silloge poetica, Fabrizio Cavallaro si rimette in gioco a modo suo, sul tema dei rapporti con il microcosmo degli affetti e delle relazioni, ma più ancora sul leit-motiv, spesso frequentato dal poeta, del recupero del passato, della nevrosi del futuro, dell’indagine su un presente che spesso risulta indecifrabile, misterioso. Còmpito del poeta, e dell’artista in genere, non è spiegare, ma lasciare “tracce”: dei cicli esistenziali e delle relazioni affettive, passionali, anche carnali. Alla maniera di Kavafis o di Sandro Penna, Cavallaro scruta se stesso attraverso una serie di relazioni imbastite “giocando” a manovrare gli opposti, senza una sintesi immediata, senza troppe domande assillanti, ma lasciando che l’investitura poetica produca testimonianze, tracce, spunti, per chi legge ma più ancora per se stesso.

Fabrizio Cavallaro vive e lavora a Catania. Ha pubblicato alcune raccolte di versi, tra cui Latin lover (edizioni Prova d’Autore, collana Centovele, 2002, prefazione di Attilio Lolini), Poesie d’amore per Clark Kent (Lietocollelibri 2004), L’assedio (Edizioni Novecento, 2017). È autore di testi teatrali in versi, tra cui Salomè (con note di Francesco Scarabicchi, Renzo Paris) e curatore, nel 2006 della raccolta di tributi a Dario Bellezza dal titolo L’arcano fascino dell’amore tradito (Giulio Perrone Editore). Ha curato, insieme ad Alessandro Fo, l’antologia poetica omaggio a Marilyn Monroe Umana, troppo umana (Aragno editore, 2016). Suoi racconti sono stati pubblicati in riviste e libri collettivi. È redattore della rivista letteraria “La Terrazza” di Catania.

1 disponibili

COD: ED08 Categoria:

Descrizione

fabrizio

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Fabrizio Cavallaro – Sala d’aspetto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *