In offerta!

Giorgio Leonardi – Il dominio oscuro degli Elementi

(5 recensioni dei clienti)

13.30

Dodici racconti a tinte fosche in cui una Natura cinica, spietata e beffarda gioca con gli esseri umani una partita inquietante. Dodici storie sotto il dominio oscuro dei quattro Elementi naturali: Acqua, Aria, Terra e Fuoco. Un percorso narrativo che attraversa vicende in bilico tra l’ordinario e lo straordinario, perché la Natura non elargisce solo i doni della vita, ma sovrintende anche al suo inquietante lato in ombra.

1 disponibili

COD: ED163 Categoria:

Descrizione

Giorgio Leonardi è autore del romanzo Il nero sguardo dei merli (2018) e di saggi come Milano scapigliata. Luoghi letterari e cronache cittadine (2015), Celluloide e cellulosa. Presenze cinematografiche nella letteratura contemporanea (2017) e Ugo Foscolo. Imprese, amori e opere di un ribelle (2018). Dottore di ricerca in discipline letterarie, per l’editore Zanichelli ha scritto capitoli e sezioni di un’antologia di letteratura in uso nei licei. Ha inoltre pubblicato numerosi contributi in volume e su varie riviste specializzate. Ha tradotto e curato dal francese opere di Jules Janin, in prima edizione italiana.

5 recensioni per Giorgio Leonardi – Il dominio oscuro degli Elementi

  1. lady_aisleen (proprietario verificato)

    Una raccolta di racconti dal fascino contorto, in cui l’oscurità non si riduce a una mera assenza di luce, ma si popola di protagonisti sinistri, talvolta inquietanti, eppure mai banali. C’è poi spazio per un epilogo assai toccante: il racconto più bello, secondo il mio personalissimo gusto… un delicato ritorno alla luce, dopo aver magistralmente indagato le tenebre.

  2. Paolo (proprietario verificato)

    Un libro da leggere tutto d’un fiato. Dodici racconti, tre per ogni elemento naturale. Tutti scritti con una narrazione chiara, pulita, arricchita da termini non scontati. Mi sono piaciuti molto i racconti “Qualcosa all’orizzonte”, “La boutique di abiti alla moda”, “Et in Arcadia ego”. Alcuni racconti ispirano davvero paura, altri ispirano più che altro un senso di mistero. Nessun racconto è scritto in maniera banale e il finale è sempre imprevedibile.
    Un suggerimento: l’ultimo racconto “Il volto di Marie Rose” leggetelo assicurandovi che nessuno vi disturbi: è basato su una storia vera, seppure romanzata, è toccante, malinconico… è narrato con una rara maestria!

  3. Letizia

    Sotto l’albero quest’anno, tra le altre cose, ho trovato un pacchetto con il libro “Il dominio oscuro degli elementi” di Giorgio Leonardi. Dodici racconti divisi tra quattro elementi: acqua, aria, terra e fuoco. A introdurli una breve descrizione dell’elemento che li caratterizza e li lega. E poi ci si immerge nella lettura di queste storie dalla scrittura fluida che raccontano molti stati d’animo. Il profondo dolore di Annabelle ne “La zona d’ombra”; alcuni lasciano spazio all’interpretazione come “Qualcosa all’orizzonte” o evidenziano lo spirito di sopravvivenza in “Lupi”. Tra horror e fantastico è “La boutique di abiti alla moda” e si riconosce l’allegoria di ciò che tutti temono nel racconto “Un giro di danza”. Un finale un po’ inaspettato è quello di “Chissà”. E ancora allegorie in “Et in arcadia ego”…Non intendo rivelare troppo perché ogni racconto va assaporato, gustato e poi meditato. Dico solo che questo libro è un crescendo di letture piacevoli fino a quello che mi è piaciuto più di tutti:, l’ultimo, “Il volto di Marie Rose”. Questi racconti mi hanno accompagnata e mi hanno fatto compagnia durante le mie feste natalizie e hanno arricchito la mia libreria di un libro che consiglio a tutti di leggere

  4. elisabetta (proprietario verificato)

    Una lettura che tiene incollati fino all’ultima pagina. Che incuriosisce, sorprende e spinge ad andare avanti verso il finale di ogni racconto che non si rivela mai scontato, esattamente come ci si aspetti da un buon libro. E questo di Giorgio Leonardi è davvero un buon libro che riesce a catturare l’attenzione del lettore, non solo per le trame coinvolgenti di ogni storia, ma per il modo in cui sono magistralmente narrate. Il racconto che mi ha colpito di più è Un giro di danza. Davvero geniale e sorprendente l’idea attorno a cui l’autore ha costruito la breve narrazione. Che dire, anche questa volta faccio molto volentieri i miei Complimenti a Giorgio Leonardi, certa che non mancherà di stupire ancora con i suoi prossimi lavori.

  5. Cristiana

    Racconti a volte inquietanti ma tutti molto suggestivi e affascinanti; racconti di atmosfere innanzitutto: la natura e i suoi elementi fanno da scenario significante oltre che significativo alle avventure umane dei protagonisti delle vicende narrate. Molto varie le ambientazioni e i periodi storici sullo sfondo, cosa che scatena piacevolmente la fantasia e offre occasione di intensa partecipazione emotiva al lettore. .
    Grande narratore Leonardi, la sua è una voce autonoma e originale che tuttavia ricorda per la potenza e l’efficacia del narrare grandissimi scrittori dell’ “Oscuro”.
    C’è anche una grande sapienza psicologica in questi racconti, pur se tale sapienza è nascosta e non affatto esibita; ho considerato questo aspetto un grande merito di questo scrittore e delle piacevolissime pagine di questo libro: leggendolo si ha la sensazione di affacciarsi sull’abisso del proprio cuore e del proprio intelletto senza la guida occhiuta del narratore che potrebbe manipolare in maniera incongrua le sensazioni.
    Vi consiglio quindi vivamente la lettura di questi racconti, anche nel caso che, come me, amiate maggiormente la scrittura estesa di un romanzo.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *