In offerta!

Marco Russo – Il seme dell’uomo

13.30

Tre sezioni, tre intagli nel corpo vivo della parola. Un cuore centrale di vegetazione lussureggiante, la sacralità della condizione terrestre. Il seme dell’uomo è questo: la «ricerca – scrive Alessandra Di Meglio nella prefazione – di un nuovo linguaggio evocativo, primordiale, naturale, che sappia alternarsi ai silenzi e imparare la lingua degli esordi, come atto di rifondazione. Recuperare un linguaggio equivale a riformare e a ricreare. La lingua non ha il potere di rifondare l’antico foedus tra uomo e natura, ma può istituirne un altro tra sé e l’Autore. Nella poesia di Marco Russo l’antico seme materico si è convertito in voce fertile, si è tramutato in formula magica che rammenda l’amore e che, nell’incedere del tempo e nel taglio profondo della sua ferita, resta come traccia viva in grado di sottoporre all’attenzione di chi sa riconoscerla l’infinita bellezza del vero.»

 

ATTENZIONE: Puoi ordinare tutte le copie che desideri,
anche se quelle disponibili qui sotto risultano poche
o disponibili su ordinazione. 

Paga utilizzando le informazioni già memorizzate nel tuo account Amazon.

 

5 disponibili (ordinabile)

COD: ED275 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Marco Russo è nato a Sorrento nel 1974. Ha pubblicato le raccolte di versi Qualcosa ha ancora più fame (2013) e Il dono di avere vene (2018). Suoi testi poetici sono apparsi su «Gradiva», «Versante ripido», «Poetarum silva», «Poliscritture», «Margutte». Ha tradotto e curato il romanzo francese del 1605 L’isola degli ermafroditi (2007). Insegna Filosofia nei Licei.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Marco Russo – Il seme dell’uomo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *