In offerta!

Gianluca Bisso – L’infinita vanità del tutto

15.20

La raccolta spazia dalle tematiche esistenziali agli affetti familiari, da poesie sociali e politiche ad altre dal contenuto filosofico. Nonostante non sia ravvisabile una sola lex operis, lo stile è certamente prosaico, la scelta attenta delle parole imprime alle poesie un lirismo che ricorda il modo tradizionale di fare poesia. Il titolo è un verso tratto dal canto “A se stesso” di Giacomo Leopardi, appartenente al ciclo di Aspasia: è una traduzione del vanitas vanitatum con cui si apre il “Qoelet”. Il libro cerca di individuare la funzione della poesia nel contesto della società contemporanea. Il leitmotiv della sua morte è infondato: la poesia è frutto dell’originalità e cristallizza il magma caotico della vita in forme che sono destinate ad essere superate. Attraverso la lirica l’uomo cerca da sempre di rappresentare la propria identità e di cogliere la bellezza (oppure la vanità) dell’universo.

5 disponibili (ordinabile)

COD: ED363 Categoria: Tag: ,

Descrizione

Gianluca Bisso (Portoferraio, 1996) è autore della raccolta di racconti Lo Spirito del Tempo (2013-2021) e delle sillogi poetiche Libro Blu (2020, prefazione di Manrico Murzi, in copertina Finestra dell’anima di Italo Bolano) e L’infinita vanità del tutto (2011-2022, postfazione di Manrico Murzi). Eretica Edizioni ha pubblicato tutte le sue opere.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gianluca Bisso – L’infinita vanità del tutto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *